Costa Brava cosa vedere

Costa Brava – vacanza, cosa visitare, spiagge e come arrivare

La Costa Brava è la regione costiera più affascinante della Catalunya, piena di piccoli paesini caratteristici e panorami da favola tra mare e montagna. A tratti selvaggia ed incontaminata, rappresenta una meta  da non perdere, 160 km di assoluta bellezza.

Ecco un itinerario, molto affascinante e suggestivo, da seguire per il vostro viaggio.

Premetto che per raggiungere questi posti, conviene affittare un auto per muoversi autonomamente oppure affidarsi alle linee dei treni Renfe e gli autobus Sarfa che partono direttamente da Barcellona, Estaciò del Nord.

Parco naturale Cap de Creus

Il parco naturale di Cap de Creus si estende per circa 13.800 ettari tra roccia e mare, abbraccia otto città, presenta numerose specie animali e vegetali nonchè minerali. Nel tempo, e soprattutto per gli effetti dell’erosione delle rocce in presenza del vento di tramontana, ha assunto una forma geografica molto caratteristica, infatti, guardando dall’alto tutta l’area,  potremmo distinguere una foglia di platano. Oltre ad avere un evidente importanza dal punto di vista naturale, al suo interno racchiude un patrimonio culturale non indifferente. Si potranno infatti ammirare capanne e muretti a secco, miniere, antiche fattorie, resti di dolmen e menhir, nonchè di importanza storica rilevante il monastero di Sant Pere de Rodes. Per gli amanti della natura è indubbiamente una meta da non perdere, oltre al relax più completo, molte sono le attività sportive da svolgere all’interno del parco. Nelle piccole insenature della costa selvaggia ed incontaminata è possibile affittare canoe o fare immersioni, mentre per i sentieri rocciosi sono organizzate escursioni.




Monastero di Sant Pere de Rodes

Sant Pere de Rodes è un antico monastero situato sulla montagna di Verdera, all’interno del parco naturale Cap de Creus. A circa 520 metri sopra il livello del mare è considerata una meta privileggiata, che offre la vista di un paesaggio davvero impressionante.  Le orgini del monastero si perdono nel tempo e nelle leggende, nei secoli dal X al XII ha subito varie trasformazioni e l’aggiunta di edifici e strutture,  l’hanno fatto diventare come un piccolo villaggio autonomo sperduto tra le montagne.Oltre ad essere stato un centro spirituale, ha avuto funzioni militari importanti, proprio per la sua posizione geografica era possibile controllare il porto e prevenire gli attacchi nemici. Il monastero fu del tutto abbandonato per secoli e ristrutturato dopo essere stato dichiarato Monumento di interesse Nazionale nel 1988.

Cadaques

Cadaquès è un paesino, quasi al confine con la Francia, molto ricco di storia, cultura, bellezze naturali e paesaggi mozzafiato. Il principale motore economico è dato dal turismo, che ogni anno cresce sempre di più. Le vie del centro, dove risaltano i colori bianco e azzurro delle case, fuxia dei numerosi cespugli di bouganville, sono molto caratteristiche. cadaques panoramaIl paese fu scelto come residenza estiva del famoso artista Salvador Dalì che trovo ispirazione proprio tra quelle stradine fatte di chianche e casette basse. Fu considerato uno dei posti più belli, anche da altri artisti come Picasso, Garcia Lorca, Miro, Luis Bunuel e Paul Eluard, che decisero di trasferirsi. Piccoli tesori come la Chiesa di Santa María, sono custoditi all’interno del borgo antico. Molto suggestivo anche il paesaggio marino, tante spiaggette che per la loro bellezza sono considerate le migliori della Costa Brava. Nella parte alta del paese sarete incantati dalla bellezza della montagna che fa parte del parco naturale di Cap de Creus.

Rosas

E’ un porto moRosaslto importante per la Catalunya, da qui infatti arriva il miglior pesce di tutto il litorale. Anticamente la sua ricchezza veniva proprio dalla pesca, oggi è uno dei posti di maggior rilevanza turistica della Costa Brava con i suoi quasi 5 km di spiagge. All’interno del paesino è possibile ammirare l’arte medievale del monastero Benedettino di Santa Maria, nonchè resti archeologici dell’epoca greca e romana. Nei vari chioschi di informazione turistica del litorale è  prenotare visite al parco Cap de Creus ed escursioni nei paesi vicini.

 

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.