risparmiare in vacanza a barcellona

Risparmiare in vacanza a Barcellona – consigli utili

 

 

Una vacanza indimenticabile e low cost? Certo si può fare: ecco qui alcuni consigli utili per risparmiare in vacanza a Barcellona.

Una piccola premessa valida per tutti i punti di questo articolo è l’acquisto di tessere sconto, che vi permetteranno di risparmiare notevolmente su trasporti (tra cui anche il trasferimento dall’aeroporto), musei ed attrazioni, ristoranti, spettacoli di flamenco, tour guidati, ingresso nei migliori nightclub e tanto altro.

Prenota il mezzo di trasporto in maniera intelligente

Le offerte su voli e traghetti per Barcellona sono davvero tante, basta solo essere un pò più pazienti del solito per ricercare la migliore offerta che si adatti al vostro periodo di vacanza.

Per mia esperienza personale ho constatato che le tariffe più convenienti dei voli low cost vengono segnalate in giorni e orari ben precisi, perciò vi consiglio di affidarvi ad un motore di ricerca come Skyscanner dove poter creare degli avvisi per monitorare i prezzi dei voli ed in seguito prenotare da siti come Volagratis, oltre che iscrivervi per poter ricevere sconti direttamente sulla vostra casella di posta elettronica.

Anche per i traghetti l’iter è più o meno lo stesso, spesso le compagnie delle navi veloci, riservano offerte per chi viaggia in famiglia. Bisogna anche fare molto caso ai partners che ogni compagnia ha perchè è molto probabile che siano riservati vantaggi ai possessori di carte di una determinata azienda: un valido esempio è quello della “carta freccia” di trenitalia, gratuita e semplice da richiedere, associata alla GrimaldiLines, la compagnia di traghetti che da Civitavecchia vi porterà direttamente a Barcellona.




Dove dormire, occhio alle offerte!

Indubbiamente per la ricerca di un hotel adatto alle esigenze di tutti, consiglio il caro

01. Logo

Trasferimento dall’aeroporto di El prat al centro della città

Le opzioni sono tre, la prima è prendere l’Aerobus, un bus navetta privato che senza fermate intermedie ed in 30 minuti vi porterà direttamente in Placa Espanya al costo di 6€. Oppure soluzione decisamente più economica è l’autobus cittadino n. 46, che farà lo stesso tragitto, con più fermate ovviamente, ed in 40 minuti al massimo sarete in Placa Espanya al costo di soli 2€. La terza soluzione è una decisa via di mezzo, infatti con soli 4,50€ potrete usufruire della linea metro L9 per arrivare nel cuore della città.




Calcola il tempo di permanenza e i possibili spostamenti

Se la vostra permanenza a Barcellona è al massimo di un week end,  conviene acquistare un biglietto T-10, ovvero 10 viaggi da utilizzare su autobus, metro, tram e treni al costo di 10,30€. Mentre se pensate di soggiornare 5 giorni vi converrà acquistare la tessera sconto HolaBcn 5 dias , al costo di 30,50€ per effettuare viaggi illimitati su tutti i mezzi pubblici della città.

Come ultima soluzione, se pensate di rimanere molti più giorni con la necessità di utilizzare frequentemente i mezzi pubblici, la migliore soluzione è un biglietto T-50/30 al costo di 42,50€ che da la possibilità di effettuare 50 viaggi nell’arco di un mese. Ricordate che tutti i tickets del trasporto pubblico sono acquistabili direttamente nelle stazioni metro.

Ristorante o pasti fai da te? Cerca la convenienza in supermercati e mercati cittadini

Spesso in una località turistica come Barcellona, è facile incorrere in pranzi e cene da salasso, perciò è bene evitare alcuni posti. Una valida soluzione low cost è quella di fare la spesa nei supermercati o nei mercati: proprio sulla Rambla c’è un Carrefour dove poter comprare di tutto spendendo poco oppure al mercato della Boqueria, molto noto per i suoi prezzi competitivi. Anche in Placa Espanya, altro centro nevralgico della città, nel centro commerciale Las Arenas c’è un supermercato della catena Mercadona. Evitate di entrare nei piccoli negozietti aperti 24h su 24, o di comprare bottigliette di acqua ai distributori automatici perchè anche li i costi sono elevati.

Se siete alla ricerca di ristoranti dove assaporare la cucina tipica del posto, dirigetevi in quartieri come El Raval o Gràcia, lontani dalll’ondata di turisti e di sicuro più vicini alla vera vita della città. Molti sono i ristorantini graziosi low cost, con una vasta scelta di menù adatti a tutti, con opzioni vegetariane e vegan e per celiaci. Oppure perchè non optate per un tour tra bar e locali che servono Tapas?

Arte, cultura e divertimento, come nutrire la vista e la mente senza svuotare il portafoglio

Purtroppo da questo punto di vista Barcellona è un pò caruccia, molti musei ed edifici hanno la pecca di essere a pagamento, ma non disperate, a tutto c’è rimedio!

Come prima opzione vi consiglio l’acquisto di tessere sconto, che vi permetteranno non solo di visitare gratuitamente alcune delle principali attrazioni e musei di Barcellona, ma di risparmiare alla grande su trasporti e tanto altro!

La prima domenica di ogni mese alcuni musei offrono la possibilità di entrare gratuitamente: il Museo Nacional de Arte de Cataluña (Parc de Montjuïc – aperto dalle ore 10 alle ore 14), il Museo Blau di scienze naturali (Parc del Fòrum – aperto dalle 10 alle ore 20), il Museo de Historia de Barcelona (Placa del Rei – aperto dalle 10 alle ore 15), il Museo Mares (Placa de Sant Lu – aperto dalle 11 alle ore 20), il Museo de la Musica (calle Padilla 155 – aperto dalle 10 alle ore 18) ed il Museo di Picasso (Calle Montcada 15 – aperto dalle 9 alle 19).

L’ingresso al Museo della cioccolata (Calle Comerc 36 – aperto dalle 10 alle ore 19) è gratuito ogni primo lunedì del mese. Mentre al Museo Maritimo (Av. de les Drassanes – aperto dalle 10 alle ore 20) è possibile entrare gratuitamente ogni primo sabato del mese. Per gli amanti dell’arte di Gaudì invece l’ingresso al  Parc Guell è gratuito, per tutto il periodo estivo, dalle ore 18 alle ore 21.

La lista non finisce qui, infatti molte altre sono le cose da fare gratuitamente, durante la vostra permanenza a Barcellona. Parchi come La Ciutadella, il Laberinth, Montjiuc, il Rosear de Cervantes, Parc La Crueta del Coll,  sono completamente aperti al pubblico e gratuiti. Chiese e chiostri del quartiere gotico sono aperti al pubblico in qulasiasi giorno. E non dimenticate che semplicemente  passeggiando per la città avrete davanti opere d’arte a cielo aperto.

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.