I parchi più belli di Barcellona, grandi oasi cittadine

barcellonaBarcellona ha numerose zone verdi, vere e proprie oasi di tranquillità per sfuggire alla frenesia cittadina. Tutti i parchi sono estremamente curati e sono posti ideali per trascorrere il proprio tempo libero, hanno servizi per ogni tipo di utenza.

Piccoli e grandi fazzoletti di natura, caratterizzati da una grande diversità di specie vegetali, fanno da sfondo ad aree di gioco per bambini, viali alberati, sculture, aree per cani, prati per leggere un buon libro in tranquillità o comode panchine per intrattenere conversazioni all’ombra di un albero.

Alcuni dei parchi più famosi della città rappresentano una tappa da non perdere durante la vostra permanenza a Barcellona, ecco di seguito una parte delle aree verdi più importanti:

Il parco de l’Estaciò del Nord, un piccolo gioiello nella città di Barcellona

Il parco de l'Estaciò del Nord

Questo parco è la perfetta combinazione tra arte moderna e natura, dispone di aree tranquille ed ombreggiate dove il design moderno predomina. Lo stile ricorda molto i mosaici di Gaudi, infatti al centro, potrete ammirare un’enorme scultura di ceramica azzurra.  Pur essendo di piccole dimensioni è considerato un gioiello in fatto di arte, dove il tema tipico catalano trencadis è proposto numerose volte.

Originariamente chiamato così proprio per la sua posizione, all’estremo nord della città. Oggi è meta di numerosi turisti anche per la sua vicinanza all’Estaciò Nord, punto di arrivo dei bus provenienti dalle province limitrofe e dall’aeroporto di Girona.

Situato nel distretto dell’Eixample, è circondato da importanti edifici, uno tra questi è El Teatre Nacional de Catalunya.

Il Parc di Monterols, la collina cittadina

parc monterols

Passeggiando per il Parc de Monterols, si può notare una vegetazione verde e compatta, con abbondanza e varietà di alberi e fiori, che da la sensazione di non essere nel pieno della città. E’ situato in cima ad una collina che si innalza fino a 121 metri, nel distretto di Sant Gervasi, facilmente raggiungibile con la linea L7 del Ferrocarril.

Il parco è visibile anche dalla montagna del Tibidabo, dove è prensente l’omonimo luna park che vi consiglio di visitare!

In origine era un terreno privato e successivamente fu acquistato da comune per renderlo pubblico. La sua ricchezza è data da alberi secolari di cedro, quercia, pioppi e carrubi, nonchè dalla presenza di un opera d’arte di cui non è noto l’autore, raffigurante due cherubini vestiti con ghirlande di fiori e frutta scolpiti su di una fontana.

Parco del Labirinto di Horta, un luogo incantato e magico

parco del Labirinto di Horta

Per questo parco non basta una semplice descrizione, infatti ho scritto un articolo tutto dedicato al celebre Labirinto di Horta. Figuratevi che hanno girato anche un famoso film: “Profumo”.

Vi troverete davanti a fiori dai colori accesi, sculture dedicate alla mitologia greca ed addirittura una cascata. Insomma vale la pena visitare questo magnifico angolo di paradiso, ancora non troppo conosciuto dai turisti rispetto ad altri parchi, come ad esempio quello della Ciutadella.

In estate vengono spesso organizzati concerti di musica e danza classica sotto le stelle.

Parc de Cervantes e la Rosaleda, un idillio di profumi e colori

parco servantes di barcellona

Gli amanti dello sport, sono i visitatori abituali di questo parco, un ampio spazio verde e tranquillo situato tra la Ronda de Dalt e l’Avinguda Diagonal.

Nella parte destra del parco è possibile godere appieno del profumo di circa diecimila rose, appartenenti a 250 specie differenti. Insomma uno dei parchi più profumati di Barcellona! Tutti gli anni, nel mese di maggio,  la Rosaleda di Cervantes è sede di un concorso internazionale dedicato proprio alle rose.

All’interno del parco sarà possibile apprezzare due importanti monumenti dedicati a due famosi scrittori e diplomatici: Ganivet Angel e Concha Espina, nonchè altre sculture come il nudo femminile Serenitat eretto nel 1964 da Eulalia Fàbregas de Sentmenat.

Parc de la Crueta del Coll, che ne dite di un bel bagno in piscina?

Parc de la Crueta del Coll

Questo parco esteso per circa 6.000m2, situato ai piedi di una collina, ospitava in origine la cava del Coll, in seguito la zona è stata convertita in un’area verde dedicata al relax ed al tempo libero. La particolarità di questo piccolo angolo di paradiso è un enorme piscina pubblica, attorniata da alberi di banane, querce e pioppi.

Come ogni zona verde di Barcellona, ha un intero piazzale sabbioso, dedicato ai più piccoli, con giochi ed attrazioni. Inoltre al suo interno è possibile ammirare  un’enorme scultura in calcestruzzo, dello scultore Vasco Eduardo Chillida, “el Elogio del Agua”. Il parco è facilmente raggiungibile, prendendo la linea metro L5(fermata El coll).

Parc de la Ciutadella, un oasi nel cuore del barrio gotico

parc ciutadella

Anche per questo parco, come per quello del Labirinto di Horta, il Parc Guell, ed il parco di Mountjuic, è stato più che doveroso, scrivere un articolo a parte.

C’è da dire che il parco della Ciutadella è uno dei parchi più estesi del centro storico di Barcellona.  Al suo interno oltre gli immensi viali e le aiuole ben curate, potrete trovare diverse sculture ed edifici storici, il museo delle scienze naturali di Barcellona (museo Blau), il giardino botannico, il parco zoologico e tanto altro. Ogni anno in questo parco ha luogo la festa de la Mercè, dal 19 al 24 settembre.

Parc Guell, la fiaba di Gaudì

Il Parc Guell, è ciò che si può definire come un luogo incantato; sembra quasi di essere in una favola. Originariamente il parco fu concepito per essere un villaggio dedicato alle famiglie più ricche della zona, prevedeva infatti la costruzione di più case, ed ospitava anche un area dedicata al mercato.

Adesso il parco è pubblico e sarebbe un peccato non farci una visita, per approfondire vi conviene leggere l’articolo intero dedicato al Parc Guell da questo link : http://vadoabarcellona.com/parc-guell-barcellona/.

I giardini segreti del Parc di Montjuic

L’enorme  Parc di Montjuic si estende dietro al Museo di Arte Contemporanea(mnac), situato proprio in un antico casello. A ridosso di una delle colline più alte della città offre una vista panoramica non indifferente. Al suo interno sono presenti numerose attrazioni naturalistiche, come il giardino botannico, i giardini di Costa y Llobera famosi per i cactus e specie vegetali provenienti dal kenyae sud America, i giardini di Mossèn Cinto e numerose statue costruite in omaggio ad importanti personaggi della storia, come ad esempio il nudo femminile ode alla bellezza, eretto da Josep Llimona, in onore del poeta Dante Alighieri.

Di sicura importanza artistica sono la Fondazione Mirò, il Teatro Greco e la Font del Gat. Da non perdere, assolutamente la zona Olimpica, struttura ultra moderna edificata in seguito alle Olimpiadi del 1992.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.