Edifici storici di Barcellona – monumenti e case stravaganti

Barcellona è una scoperta continua, un viaggio nel tempo segnato da stili architettonici appartenenti a diverse epoche. Ogni edificio, palazzo, piazza, chiesa o monumento è caratterizzato da particolari che fanno la differenza e donano alla città un tocco di originalità.

Passeggiando per le strade di Barcellona è impossibile non notare gli imponenti e bizzarri palazzi appartenuti a molte delle famiglie più benestanti del posto ed ora diventati patrimonio artistico e culturale.

Un tour interesante da non trascurare è quello dedicato alle “Case di Barcellona”, eccone di seguito alcune delle più importanti e conosciute.

Casa de la Papallona (Carrer Llanca, 20)

 

Meglio conosciuta come la Casa Fajol, rientra nella maggior parte dei circuiti turistici, ed è situata nel quartiere Sants. Visibile dalla terrazza del centro commerciale Las Arenas, in Placa Espana, è caratterizzata da un enorme farfalla colorata con le ali spiegate a ridosso del tetto. E’ stata progettata dall’architetto Josep Graner Prat e costruita tra il 1911 ed il 1929.

Casa de les Punxes (Avenida Diagonal, 416)

Casa de les Punxes

E’ un opera molto conosciuta del famoso architetto modernista Josep Puig Cadafalch. L’edificio occupa un intero isolato nel quartiere dell’Exaimple ed ha una forma triangolare, la sua struttura con i tetti a punta e le torri evoca i palazzi medievali descritti nelle fiabe.

Casa Cervellò-Giudice (Calle de Montcada, 25)

Casa Cervellò-Giudice

Questo palazzo fu di proprietà della famiglia Cervellò fino al XVIII secolo, successivamente diventò la dimora di una famiglia di commercianti genovesi, i Giudice. Di stile prevalentemente gotico, sono da notare le arcate sotto i cornicioni delle finestre, armoniose e ampie.

Casa Figueras (Rambla de Catalunya)

casa-figueras-rambla-de-catalunya2Questo è uno degli edifici simbolo della Rambla di Catalunya, anticamente era un pastificio. Progettato nel 1902 da Antoni Ros Guell e l’artista modernista Lambert che ha collaborato negli ornamenti. E’ caratterizzata dalla facciata a mosaico che raffigura una donna.

Casa del Doctor Genovè (Rambla de Catalunya, 76)

casa-del-doctor-genove3Questo edificio fu progettato da Enric Sagnier Villavecchia e costruito nel 1911. Era il laboratorio di analisi, con annessa farmacia del medico Genovè, molto conoscituo a Barcellona. Adotta elementi appartenenti all’architettura gotica e modernista, da notare in particolare il mosaico posto sotto l’arcata dell’ingresso, raffigurante il dio romano della medicina.

Palau Guell (Calle Nou de la Rambla, 3)

Quepalau-guell-3sto originale palazzo, fu costruito da Antonì Gaudi, tra il 1886 ed il 1888, come residenza privata della famiglia Guell. La facciata è molto particolare inquanto è stata decorata con uno stemma in ferro battuto che rappresenta lo scudo della Catalunya sormontato da un’aquila. Spettacolare è il tetto, con le sue cupole ricoperte di piastrelle smaltate e colorate.

Casa Amatler (Passeig de Gràcia, 41)

casa-amatler2Progettata nel 1889 e terminata nel 1900, dall’architetto Josep Puig, per il cioccolatai Amatler, è il risultato di un restauro fatto ad un edificio già esistente. L’architetto diede al palazzo un aspetto da tipica casa gotica urbana, dandole la parvenza di una villa. Nella decorazione degli esterni ed il disegno dei mobili partecipò anche lo scultore Eusebi Arnau. Il disegno di pavimenti e vetrate è molto elaborato. Nel 1976, la casa è stata dichiarata Monumento Storico-Artistico Nazionale.

Casa Batllò (Passeig de Gràcia, 43)

casa-batlloProgettata da Gaudi nell’anno 1904 è come Casa Amatler, un restauro effettuato su un antico palazzo di stile neoclassico del 1875. Oggi è considerato l’edificio più emblematico di Passeign de Gràcia. Gaudì oltre ad aver modificato la facciata esterna, ha aggiunto un piano, precisamente il quinto. La particolarità che la contraddistingue è il gioco scultoreo utilizzato dall’architetto, che ha dato sfoggio a mosaici colorati e motivi curvilinei. La facciata principale con i suoi finestroni emula la figura di un cranio. Molto particolari ed inusuali anche gli interni. Nell’ anno 1969, la casa è stata dichiarata Monumento Storico Nazionale.

Casa Milà (Calle Provença, 261)

casa-mila2Anche conosciuta come La Pedrera è stata costruita tra il 1898 ed il 1900, commissionata dalla famiglia Milà, è stata l’ultima Opera di Antonì Gaudi. L’architetto ha cambiato il progetto originario, inserendo elementi fortemente moderni ed impressionisti e personalizzando al massimo tutta la struttura. COme si può notare tutto il palazzo è privo si spigoli.  Nell’ anno 1969, la casa è stata dichiarata Monumento Storico Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.