casa batllò

Casa Batllò – l’edificio più straordinario di Barcellona

Casa Batllò è certamente, insieme alla Pedrera, alla Sagrada Familia e Parc Guell, una delle opere dell’Architetto catalano Gaudì più visitate a Barcellona. E’ ubicata al civico 43 del Passeig de Gràcia, occupa più di 5000 m2 e nel 2005 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Stravagante, altera e affascinante grazie alla sua insolita facciata di pietra e cristallo che la rende unica rispetto alle altre opere.

Le pareti esterne sono scolpite col fine di creare una forma ondulata. Esse sono, poi, rivestite con il tipico mosaico catalano, il trencadís, costituito da tessere in vetro colorato e dischi di ceramica.

Diversi i soprannomi attribuiti al Palazzo. Tra gli appellativi spiccano: “Casa dels ossos” cioè” Casa delle ossa” e “Casa del drac”, cioè“Casa del Drago”. Il motivo? Se osserviamo la facciata, i balconi sembrano le ossa della mandibola di una creatura mitologica e il tetto è a scaglie colorate come ad imitare la schiena di un drago. Il rifiuto della linea retta, da parte dell’Architetto catalano, ben si esprime nel turbinio di onde che caratterizza l’abitazione.

Non si può passare per Barcellona senza averla visitata. Molti si limitano a passarci davanti e il che è già un gran belvedere, ma la visita interna è tutta un’altra cosa. Suggestivo pensare che due degli appartamenti del palazzo sono a tutt’oggi abitati da inquilini in affitto.

Durante la vistia a Casa Batllò, noterete come era arredata in origine, grazie alla presenza di foto dell’epoca.

Una piccola galleria di foto sulla splendida Casa Batllò è presente sulla nostra pagina facebook.

casa batllo barcellona

Pillole di storia su casa Battlò

L’edificio viene commissionato all’architetto Antoni Gaudi i primi del ‘900 dall’industriale Joseph Batllò Kasanovas. In realtà esisteva già una costruzione e il proprietario chiese a Gaudì di demolirla per dar spazio ad un nuovo palazzo. L’architetto catalano, non vide necessario l’abbattimento totale dell’edificio che in reltà fu soltanto ristrutturato diventando una delle sue più stravaganti e opere. Il progetto iniziale fu cambiato per ben due volte, Gaudì cerca di sfruttare al massimo la luce naturale del giorno per illuminare gli ambienti creando dei pozzi di luce nel cortile interno. Studia nei minimi dettagli il sistema di aerazione dell’edificio creando delle bocchette regolabili sugli infissi.

Si dice che l’edificio con il tetto gibboso, le tegole a forma di squame, le finestre e la torre, rappresenti il trionfo di San Giorgio sul drago.

Gaudì pportò a termine i lavori di Casa Batllò in 3 anni dal 1904 al 1907.

casa Batllò

Struttura e ambienti di Casa Batllò

Il primo piano, detto “piano nobile” fu quello dedicato all’appartamento del proprietario e della sua famiglia. Uno spazio di circa 400 mq più un patio privato. Tutto il resto fa parte delle aree comuni. Il piano terra era dedicato alle scuderie, attualmente invece è diventato uno spazio adibito a convegni e conferenze.

Oltre alla residenza dei Batllò ci sono 8 appartamenti di circa 200mq, una soffitta che ed una terrazza. La soffitta sembra essere un enorme pancia di balena, proprio come quella dove Geppetto rimase intrappolato nella storia di Pinocchio; in origine era adibita a lavanderia. Sulla terrazza sono invece presenti i particolarissimi comignoli e la croce a quattro punte stile Gaudì, presente anche al Parc Guell.

La totale asimmetria e mancanza di linee rette non è soltanto presente all’esterno, ma continua anche all’interno. Il motivo del soffitto nel salone principale ricorda un enorme vortice, gli archi presenti su porte e finestre ricordano il movimento delle onde marine donando armonia a tutta la costruzione.

Provvede personalmente all’arredamento interno costruendo mobili su misura ed ovviamente particolarissimi. Uno degli spazi più “simpatici” della casa è proprio l’angolo camino a forma di fungo con tanto di sedili per relax e chiacchiere.

casa batllo gaudi

Orari di apertura e costo del biglietto

Casa Batllò è aperta 365 giorni l’anno ed è visitabile dalle 9 del mattino alle 21 della sera. L’ultimo ingresso è consentito alle 20.00.

Quanto ai costi, il biglietto intero per gli adulti ha un costo di 23,50€ ed è gratuito per i bambini sotto i 7 anni. 20,50€ per over 65, studenti e ragazzi tra i 7 e i 19 anni. I residenti della provincia di Barcellona pagano 15€.

Potrete comprare il biglietto di ingresso, direttamente online in modo da saltare la fila, dal bottone qui in basso. E’ inoltre compresa l’audioguida in italiano, spagnolo, catalano, inglese, tedesco, cinese, francese, giapponese, portoghese e russo.

Acquista il Biglietto comprensivo di Audioguida

Il costo è elevato ma bisogna tener presente che Casa Batllò si autofinanzia e non riceve sovvenzioni pubbliche o private. A questo proposito la struttura affitta sale private per eventi e ricorrenze private. Molti i marchi che scelgono l’opera di Gaudì come scenario modernista in cui realizzare i propri eventi e il lancio di un nuovo prodotto sul mercato ad esempio.

 

Casa Batllò – Come arrivare

E’ possibile raggiungere Casa Batlló con i mezzi pubblici,  in metropolitana con le linee L2, L3 ed L4, la fermata è Passeig de Gràcia; mentre con l’autobus le linee da prendere sono H10, V15, 7, 22 e 24.




Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.