Barceloneta Barcellona

Barceloneta e porto vecchio – passeggiata sul mare

Pare che gli italiani non possano fare a meno di trovare un po’ d’Italia anche all’Estero. E come fingere di non trovare analogie tra i vicoli della Barceloneta e quelli di Napoli? Sarà per questo motivo che questo affascinante quartiere di Barcellona è anche conosciuto come la “Napoli di Barcellona”.

Percorrendo la via Laietana verso il mare, laddove lo sguardo si libera dei meravigliosi edifici storici che ospitano numerosi hotel di Barcellona, si giunge alla Ronda Litoral, dove il Museu D’Història De Catalunya, ospitato nel Palau de Mar, un tempo gli antichi magazzini generali del porto, fa da benvenuto all’ingresso in questa suggestiva appendice della città catalana: la Barceloneta.

Luogo un tempo dedito alla prostituzione e al malaffare, oggi meta turistica d’eccellenza. Impossibile pensare di abbandonare Barcellona senza aver passeggiato lungo il fitto reticolato di vicoli perpendicolari della Barceloneta attraversati costantemente da una deliziosa brezza marina. Passeggiando passeggiando, tra lenzuola stese ad asciugare e dialoghi tra balconi lungo i vicoli, arriviamo in Plaza del Mar, la piazza centrale.

Una piazza grandissima che, alla sua sinistra, ci lascia ammirare il volto fresco e vacanziero della Barceloneta, le sue bellissime spiagge, ricche di chioschi e bar che sino a notte fonda offrono la possibilità di ascoltare musica dal vivo e danzare. Oltre alla musica è possibile gustare una deliziosa paella ed altre specialità di pesce presso i numerosi ristoranti che sorgono direttamente sulle spiagge. Una volta cenato è possibile riprendere la via del divertimento e gustare cocktail di frutta e ballare aspettando l’alba direttamente in spiaggia. Oppure è possibile proseguire la propria passeggiata lungo la linearità e spaziosità del Passeig de Joan de Borbó, passeggiata alberata lungo i moli.




Golondrinas o rondini, le tipiche barcehette catalane

Per i più avventurosi è, anche, possibile imbarcarsi sulle famose “rondini” (tipiche imbarcazioni) che partono di fronte al famoso Monumento di Colombo (un monumento di ferro alto 60 mt e sul quale vi consigliamo di salire per ammirare dall’alto l’intero panorama di Barcellona) e permettono di ammirare dal mare il fascino che avvolge l’intero quartiere. E’ proprio sotto questo Monumento e col finire della Rambla che ha inizio Port Vell, il Porto Vecchio di Barcellona.

Un “pezzo di città” strappato al mare e indissolubilmente legato alla storia e alla vita della Barceloneta. Da luogo destinato al mercato del pesce e ai pescatori è diventato, con i lavori di riqualificazione delle Olimpiadi del ’92, meta di divertimento e vita notturna per eccellenza.

A passo di flamenco è possibile calarsi direttamente nella movida spagnola lungo i numerosi locali, ristoranti e bar (oltre alla paella non perdetevi le famose: “zarzuela”, zuppa di pesce, e “la bombas”, una sorta di polpetta di patate e carne tritata, altre due specialità del posto) di Porto Vecchio che iniziano con un ponticello di legno che passa sopra il mare.

Lungo il percorso troviamo, inoltre, il Maremagnum (un grande centro commerciale con negozi, bar, fast food, luoghi di divertimento vari), l’Acquarium e l’Imax, due centri di divertimento culturale più all’avanguardia della città. L’IMAX è il cinema più moderno della città, dove è possibile vedere film in tecnologia Imax, 3D e Omnimax. L‘Aquàrium, invece, è uno degli acquari più grandi d’Europa.

 

 

 

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.